Chirurgia computer guidata

Con questa metodica è possibile, per mezzo di una Tac del paziente, eseguita in studio, elaborata da un software e trasformata in un modello 3D, posizionare sul computer in maniera ottimale gli impianti dentali.
A questo punto il progetto viene inviato tramite internet ad un centro di produzione industriale robotizzato che confeziona una dima chirurgica. Lo stesso progetto viene inviato al nostro laboratorio odontotecnico che prepara un provvisorio da utilizzare immediatamente dopo l’ intervento chirurgico.

Questa dima ci permette di trasferire in maniera estremamente precisa la pianificazione dell’intervento da noi eseguita sul computer direttamente nella bocca del paziente.

Si riduce così l’invasività chirurgica (chirurgia Flapless, cioè senza incidere la mucosa gengivale), per cui si ha una più veloce e fisiologica guarigione dei tessuti, e assenza di dolore, sanguinamento e gonfiore, tipici della implantologia dentale tradizionale.

Con il provvisorio preparato prima dell’ intervento chirurgico il paziente nella maggior parte dei casi può, il giorno seguente, tornare a una vita sociale e lavorativa pressoché normale.

Altro grande vantaggio di questa tecnologia è lo sfruttamento di aree di osso, per posizionare gli impianti, non individuabili con una chirurgia tradizionale.
Questo ci permette di ridurre enormemente i tempi e il numero degli interventi a cui dovremmo sottoporre i nostri pazienti in caso di situazioni con quantità ossea limitata.
Per cui tecniche di innesti ossei autogeni (dall’anca, dalla calvaria, o anche da altre aree intraorali) o complesse procedure di rigenerazione ossea possono essere in questo modo evitate a tutto vantaggio del paziente.

Convenzioni per finanziamenti a tasso 0 e agevolato